L’Aquila, 9 novembre :: Presentazione di Terra e parole

Mercoledì 9 novembre alle ore 17:00 @ Casa delle donne, Via Angelo Colagrande 2A 2B, L’Aquila

La presentazione, alla Casa delle Donne, dell’e-book “Terra e parole“, primo uscito nella nuova collana SIL Mnemosine, curata da Laura Fortini e Giuliana Misserville. La presentazione è a cura dell’Associazione Donne TerreMutate e della Biblioteca “Donatella Tellini”.

Alla presentazione parteciperà la stessa Giuliana Misserville, con Maria Vittoria Tessitore e il gruppo di lettura della Biblioteca.

L’ebook, a cura di Roberta Falcone e Serena Guarracino, racconta il convegno Sil omonimo, del novembre 2013, che fu organizzato dalla Sil insieme all’Università de L’Aquila e alla nostra associazione Donne TerreMutate.


Collana SIL Mnemosine diretta da Laura Fortini e Giuliana Misserville

Nella mitologia greca Mnemosine è figlia di Gea, la madre Terra, il principio femminile che dona vita al mondo, ed è a sua volta madre delle Muse, che amano le feste e la gioia del canto. Sia che si voglia risalire alle fonti del mito e alla sua potente energia che dà nomi a ciò che esiste, sia che si segua il tramutarsi della divinità nell’arte della memoria e della costruzione culturale, si tratta di una parola duttile: Mnemosyne, la dea greca, si è trasformata in Mnemosine nel corso dei secoli.

La collana a lei intitolata intende mettere in luce il doppio accento, i diversi posizionamenti della critica letteraria femminista prodotta dalla Società Italiana delle Letterate, dedicati a riattraversare e ridefinire la tradizione culturale che abbiamo alle spalle. Per andare oltre il canone, oltre le discipline, verso altre forme della conoscenza, altri mondi possibili.

Comitato scientifico: Paola Bono, Nadia Setti, Rita Svandrlik
Progetto grafico: Giovanna Massini
Pagina Facebook: SIL Mnemosine


Terra e parole. Donne / scrittura / paesaggi a cura di Roberta Falcone e Serena Guarracino
Edizioni Ebook @ Women

Nel 2013 la Società Italiana delle Letterate ha scelto di svolgere il proprio convegno nazionale all’Aquila, insieme alle donne di TerreMutate e alle docenti dell’università aquilana. Ragionare sulle ferite di un territorio così duramente provato, intrecciando le parole della letteratura con quelle delle architette come delle urbaniste per elaborare strategie che permettano di pensare diversamente i territori che abitiamo: questo il centro della riflessione che allora ebbe luogo e che costituisce atto di ricostruzione di vita e di immaginario. Scrittrici, studiose, artiste ed attiviste si interrogano su come rielaborare un trauma e un lutto irreparabile come il terremoto e le morti che vi sono state, insieme a tante altre testimonianze e riflessioni che permettono di guardare al binomio Terra e parole come a un insieme capace di sviluppi ancora impensati, grazie alla riflessione che in questi anni ha avuto luogo nelle parole e pratiche politiche delle donne che a ciò si sono dedicate in luoghi diversi del mondo, ma accomunate dalla medesima, benefica, tensione a riscrivere paesaggi e territori del vivere.

Tags: , , , , , , , ,

Lascia un Commento