Differenze | Marzo 1977 – Numero 3

 1.00

Differenze | Marzo 1977 – Numero 3

Numero a cura delle donne di Maddalena Libri – Roma
Prima edizione: ©1977 Edizione del Centro delle Donne di Roma
Edizione digitale: ©2015 Ebook @ Women

QUesto terzo numero di Differenze è fatto dalle donne di Maddalena Libri.
I temi sono: il convegno sui modi di comunicare delle donne / riflessioni sui nostri rapporti con la politica / gli spazi dove costruiamo le nostre pratiche politiche / il materiale prodotto da Maddalena Libri

**************************************************************
Ebook disponibile nei formato epub
Se hai bisogno di aiuto, leggi le FAQ
**************************************************************

Descrizione Prodotto

Differenze | Marzo 1977 – Numero 3
Numero a cura delle donne di Maddalena Libri – Roma
Prima edizione: ©1977 Edizione del Centro delle Donne di Roma
Edizione digitale: ©2015 Ebook @ Women

Cara compagna,
Abbiamo pensato che vogliamo continuare il discorso cominciato a Milano e poi a Firenze sui modi di comunicare delle donne.
Delle donne, in silenzio, assenti dalla storia, in quanto presenti unicamente come materia – matrice – madre.
E nella storia si è ratificata la separazione parola/atto -sentire/comunicare — corpo riproduttivo/corpo produttore – proiezione/ progetto.
L’uomo parla da sempre: la sua parola trasmette da sempre una realtà, una cultura, un potere che è la sua pratica politica.
L’uomo è il soggetto che parla: alla donna non resta che mimare un linguaggio che non ha prodotto.
Eppure da questo silenzio, spazio di non-esistere, ascoltando l’uomo parlare, le donne hanno scoperto di esistere, anche se mute
L’emancipazione, economica e quindi culturale e sessuale ha aperto delle contraddizioni ma le ha lasciate senza risposta, come senza risposta sono rimasti i bisogni nuovi, espressi dal movimento.
Così le donne, da oggetti di consumo e di scambio, dunque silenziose, hanno cominciato a parlare dei loro bisogni, con un linguaggio diverso. A questo proposito ci chiediamo se e quanto le lotte del movimento operaio abbiano aperto uno spazio alle donne per cominciare ad esprimersi, a dirsi, a parlare si sè. Per esempio nello scendere in piazza, la comunicazione, nel momento in cui si socializza, sceglie l’estensione rispetto all’approfondimento e si schiaccia perchè deve parlare alla logica dominante, maschile, per porsi in condizione di essere ascoltata.
Però esistono anche luoghi più nostri (“case delle donne”, riviste, librerie, gallerie, edizioni, vacanze) ed esiste anche un modo di comunicare più “nostro”, nel senso che è inventato, praticato, parlato, cantato, urlato, scritto dalle donne fra le donne.
Che allude al corpo, alla sessualità, all’Altrove, al rimosso, all’inconscio (l’inconscio sentito dall’uomo come minaccioso per il suo ordine razionale, simbolico e grammaticale e quindi che va messo a tacere).
Che sconfina di continuo nel territorio del potere: potere della parola, potere del segno e della sua valorizzazione.
Pensiamo ai giorni dal 21 al 23 Maggio per parlare dei nostri modi di comunicare.
Ci incontreremo a MADDALENA LIBRI, Via della Stelletta, 18 tel. 6569424 – ROMA – Le compagne che hanno bisogno di un letto telefonino a Maddalena, (dove dalle 16 alle 19,30 risponde Anna) e nel limite del possibile cercheremo di trovarglielo.
MADDALENA LIBRI

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Differenze | Marzo 1977 – Numero 3”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare…