Differenze - Numero 11

Differenze – Numero 11

 1.00

Differenze | Gennaio 1980 – Numero 11
Numero a cura del Gruppo donne e psicanalisi

Ci sono due donne in una che hanno la possibilità di non perdere questa esperienza: la prima che per non perderla non vuole parlarne, ma tenerla calda dentro, accudirla, non farla scappare via, non disperderla, farla crescere piano, piano nel tempo, dare spazio a tutta l'emotività l'affettività innescata nel gruppo, come un suo livello sotteraneo presente in questi tre anni; il “non detto” che ha un tempo interiore diverso, che è il messaggio più profondo che devo lasciar lievitare, non affogare con la razionalizzazione riflessiva, che è anche un livello di realtà di quello che è stato nel gruppo, ma che deve vivere nel silenzio, essere lasciato germogliare. La seconda è politica, razionale quella che voleva capire, fermare il processo del gruppo riportarlo al movimento. Quale parte di me non voglio perdere? La prima più che inesprimibile non è ancora compiuta, neanche la riflessione attuale ne sancisce la fine.

**************************************************************
Ebook disponibile nei formato epub
Se hai bisogno di aiuto, leggi le FAQ
**************************************************************

Descrizione Prodotto

Differenze | Gennaio 1980 – Numero 11

Numero a cura del Gruppo donne e psicanalisi
Prima edizione: ©1980 Edizione del Centro delle donne di Roma
Edizione digitale: ©2015 Ebook @ Women

Ci sono due donne in una che hanno la possibilità di non perdere questa esperienza: la prima che per non perderla non vuole parlarne, ma tenerla calda dentro, accudirla, non farla scappare via, non disperderla, farla crescere piano, piano nel tempo, dare spazio a tutta l’emotività l’affettività innescata nel gruppo, come un suo livello sotteraneo presente in questi tre anni; il “non detto” che ha un tempo interiore diverso, che è il messaggio più profondo che devo lasciar lievitare, non affogare con la razionalizzazione riflessiva, che è anche un livello di realtà di quello che è stato nel gruppo, ma che deve vivere nel silenzio, essere lasciato germogliare. La seconda è politica, razionale quella che voleva capire, fermare il processo del gruppo riportarlo al movimento. Quale parte di me non voglio perdere? La prima più che inesprimibile non è ancora compiuta, neanche la riflessione attuale ne sancisce la fine.

Reviews

There are no reviews yet, would you like to submit yours?

Be the first to review “Differenze - Numero 11”

*

Sai rispondere? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.