I bambini non volano - Marina Mizzau
Marina Mizzau

I bambini non volano – Marina Mizzau

 4.99

I bambini non volano
Ebook di Marina Mizzau – edizione Ebook @ Women

Due sono i percorsi narrativi, intrecciati, che l'autrice di questo insolito e originalissimo volume di racconti sembra voler affrontare. Il primo passa attraverso parole, gesti ed eventi minimi della quotidianeità (un equivoco, una risata, un'attesa, una distrazione) per offrirci la consapevolezza dell'inarrestabile gioco di paradossi e fraintendimenti su cui si fonda tutta la nostra vita. Il secondo invece – da cui il titolo del libro – si affaccia con sincerità immediata e dolorosa sull'ipotesi della profonda “labilità delle cose”.
La scena è essenziale: una donna traversa in macchina una piazza affollata di bambini; si ferma, ma per un istante ha pensato, o creduto di pensare, di non farlo, che i bambini venissero travolti ma potessero volarsene via, al momento giusto, come sanno fare i piccioni. Di qui un meditare divagando – attraverso anche altre storie, alcune divertenti e grottesche – sul rapporto tra un'intenzione (una fantasia?) e la sua realizzazione, fino a sprofondare in un dubbio totale, metafisico coinvolgendo il/la lettore/lettrice che non può fare a meno di identificarsi in questo o quel personaggio.
Marina Mizzau, pur attraverso una scrittura trattenuta, fatta spesso di sottinteso e di ironia, ci introduce nel cuore di un eterno e irrisolto problema, quello di un vivere “assillato dall’onnipresenza del possibile”.

Anno: 2015
Protetto con Social DRM
Isbn: 978-88-98880-29-4

**************************************************************
Ebook disponibile nel formato epub
Se hai bisogno di aiuto, leggi le FAQ
**************************************************************

Descrizione Prodotto

I bambini non volano
Ebook di Marina Mizzau – edizione Ebook @ Women

Due sono i percorsi narrativi, intrecciati, che l’autrice di questo insolito e originalissimo volume di racconti sembra voler affrontare. Il primo passa attraverso parole, gesti ed eventi minimi della quotidianeità (un equivoco, una risata, un’attesa, una distrazione) per offrirci la consapevolezza dell’inarrestabile gioco di paradossi e fraintendimenti su cui si fonda tutta la nostra vita. Il secondo invece – da cui il titolo del libro – si affaccia con sincerità immediata e dolorosa sull’ipotesi della profonda “labilità delle cose”.
La scena è essenziale: una donna traversa in macchina una piazza affollata di bambini; si ferma, ma per un istante ha pensato, o creduto di pensare, di non farlo, che i bambini venissero travolti ma potessero volarsene via, al momento giusto, come sanno fare i piccioni. Di qui un meditare divagando – attraverso anche altre storie, alcune divertenti e grottesche – sul rapporto tra un’intenzione (una fantasia?) e la sua realizzazione, fino a sprofondare in un dubbio totale, metafisico coinvolgendo il/la lettore/lettrice che non può fare a meno di identificarsi in questo o quel personaggio.
Marina Mizzau, pur attraverso una scrittura trattenuta, fatta spesso di sottinteso e di ironia, ci introduce nel cuore di un eterno e irrisolto problema, quello di un vivere “assillato dall’onnipresenza del possibile”.

MARINA MIZZAU ha insegnato Psicologia della comunicazione all’Università di Bologna. Gli interessi alla base delle sue ricerche e dei suoi insegnamenti: psicologia del linguaggio, della comunicazione e delle relazioni interpersonali, umorismo e ironia, rapporti tra psicologia e letteratura.
Accanto a una produzione legata alle sue aree di ricerca – otto libri e numerosi articoli e saggi su libri collettivi – ha scritto tre testi di narrativa, in forma di racconti brevi. Ha anche collaborato a stesure cinematografiche e teatrali che traggono spunto da alcuni suoi racconti (un film, Come si fa un Martini, di Kiko Stella e una commedia, E tu allora di Marinella Manicardi).
Fin dagli anni ’70 si è impegnata in attività legate al movimento delle donne, svolgendo ricerche, soprattutto in riferimento al linguaggio delle donne e sulle donne.
Ha partecipato attivamente al movimento letterario d’avanguardia del gruppo ‘63.

Reviews

There are no reviews yet, would you like to submit yours?

Be the first to review “I bambini non volano - Marina Mizzau”

*

Sai rispondere? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.